ATTENZIONE ANCORA CONFERME DEL FALSO PROFETA GIUSEPPE AVENIA DI RADIO BLAST-E LE SUE FALSE RIVELAZIONI


15723542_10207825947862525_4761208810325402631_o

Il santone alla pecorella: il tuo compagno è un sodomita, devi scappare nel segreto o il Diavolo ti sentirà

Ormai spopolano dei fantomatico “santoni” che si definiscono “cristiani” e che dicono di detenere la verità di Dio sulle cose. In un video di denuncia pubblicato su YouTube è possibile ascoltare la registrazione di un programma radiofonico in cui un tal “fratello Giuseppe” tenta di convincere una donna ad abbandonare la propria vita al fine di servirlo e fare “evangelizzazione” nel suo nome.

Tutto parte con la lettera di una lettera di una sua devota  che si lamenta di come il suo compagno non la rispetti quanto lei vorrebbe. Lui risponde che lo deve necessariamente lasciare perché lo Spirito Santo gli avrebbe rivelato che il suo compagno è gay, così come giura di aver capito da una fotografia che lei sarebbe la donna giusta per servire la sua causa:INCREDIBILE SEI UN FALSO-BUGIARDO GIUSEPPE AVENIA LE TUE RIVELAZIONI VENGONO DAL DIAVOLO….CONVERTITI !!!!!!!!!!

Lo Spirito consiglia quello che hai bisogno. Questo omosessuale non ti ama perché gli omosessuali sono tutti narcisisti. L’omosessualità è amore per sé stessi. Quindi è perversione: l’uomo con l’uomo, la donna con la donna.
Gesù ha detto di non dare perle ai porci e cose sante ai cani e tu sei in questa situazione. Dalla foto vedo che sei un piccolo angelo, una perla di Gesù Che ci fai lì nel posto sbagliato.
È assolutamente necessario che tu lo lasci. Questo qui è un sodomita, egoista e omosessuale. Guarda, io vedo te e tu sei una perla. Tu sei una perla gettata in direzione sbagliata. Tu sei una figlia di Dio. Io ho visto il tuo cuore e sei una sorella al 100 per cento.

L’adepta ha anche domandato se potesse restare a vivere in Italia o se il santone preferisse si trasferisse al suo cospetto. Lui risponde:

Vieni e ti aiuteremo nello spirito con dei consigli. Però devi venire con l’idea della stalla di Betlemme, cioè non a fare l’attrice cinematografica o chissà che cosa. Devi cominciare come piccola discepola, trovarti un piccolo lavoro dove capita. Vendere gelati, vendere vestiario, queste cose qui. Evita ristoranti, bar, queste fetiderie perché tu sei molto bianca e qui ci sono molti sudamericani che danno fastidio, che corrono dietro alle donne. Quindi trovati un lavoro dover poter stare concentrata su Gesà.

A quel punto la valletta del predicatore si mette a raccontare che l’adepta auspicava che la radio potesse metterla «in contatto con qualche comunità cristiana o con una famiglia cristiana con i quali lavorare insieme per Gesù». Lui risponde:

Viviamo nell’era di Laodicèa, legge Apocalisse 3,14. Purtroppo quasi tutti i fratelli che fan parte della nostra comunità, che noi siamo in più di 50 nazioni, sono usciti da comunità e chiese perché scaldavano le panche la domenica con le solite prediche noiose. E allora il Signore ci ha parlato e ci ha dato dei messaggi, delle profezie, e ci ha mostrato che dovevamo avviare una comunità fatta da chiese in famiglia in cui tanti fratelli si sono tirati su le maniche, hanno iniziato un corso biblico profetico e quelli che l’hanno studiato bene, imparando a memoria le scritture ed andando ad evangelizzare. Una pecorella trovava un’altra pecorella. La visione è quella di avere una chiesa in casa.
Se tu esci dall’Europa e tu trovi un posticino, evitando caffetterie e bar per andare a vendere fiori o andare in un posto dove vendono mobili e frigoriferi, perché sennò ti distraggono. Noi ti daremo dei consigli e si tratterà che prendete un lavoro perché il discepolo deve iniziare ad essere autosufficiente. Gesù e Giuseppe sono scappati in Egitto ma erano soli, non c’erano comunità o chiese.

Avete capito? Bisogna scappare come Maria e Giuseppe andarono in Egitto. Poi fratello Giuseppe prosegue nell’illustrare il suo progetto:

Giuseppe ha mantenuto Maria, il bambino Gesù. Noi tutti siamo passati per la situazione in cui sei tu. Paolo costruiva tende. Quindi iniziare un lavoretto, vendere fiori, un lavoretto semplice. Quindi poi devi affittarti una stanzetta in un posto simpatico. Piano piano inizi a socializzare, ma con colma. Non è che il primo giorno… con calma! Prima devi imparare a nuotare un po’. Poi, con calma, impari la lingua ed evangelizzi una ragazza qui e una ragazza là. E così fai la tua piccola comunità. Non è che dovete vivere assieme come facciamo noi qua: ti incontri in una caffetteria, in una pasticceria. E poi le ragazze, perché dovrai concentrarti sulle donne, se saranno degne e pecore-pecore, le potrai invitare a casa tua. Potrete ascoltare la radio e presto avrai un 3-4 amiche. Questa è una chiesa in casa. Non avrai solitudine. Tu avrai delle amiche e noi verremo a vederti quando sarà possibile.

Ovviamente si potranno invitare solo quelle «pecore-pecore». La valletta del predicatore inizia a raccontatore che la radio ha smesso di fornire indirizzi di adepti disponibili ad ospitare altre persone perché «ogni volta è andata male» e tutti finivano col litigare e col prendersi a parolacce. Motivo per cui il santone rincara:

Non ha mai funzionato. Neanche una volta. Mai. Perché viviamo in un’era in cui bisogna preparasi alla grande tribolazione, all’anticristo, al marchio della bestia. Il piano di Dio è che ognuno stia a casa sua. Deve essere un posto privato perché il Diavolo non deve sapere che è una chiesa. Quando vengono le tue pecorelle e leggete la Bibbia assieme, tutto quello che hai imparato al corso biblico lo trasmetti alle tue pecorelle
Quando vengono lì, la gente deve pensare che sono amiche. Non deve assolutamente pensare che quella è una chiesa.
Infatti non puoi arrivare qui e domandare dov’è Radio Blast. Radio Blast non esiste in Sud America. solo trasmettiamo in italiano.

Spiegato che sia fondamentale mantenere il segreto sulle attività del gruppo (perché «il diavolo» non deve scoprilo, dice), fratello Giuseppe inizia ad informarsi se la «pecorella» è stata informata a ciò che pare interessarlo: «Quando esce dall’Europa, quanto soldi deve portare lo sa?».
Inizia così a spiegare: «Ti serviranno i soldi per comprarti un biglietto di andata e ritorno perché la dogana controlla se c’è il ritorno. Perché tu entri come turista. Poi ti servirà qualche migliaio di euro per sopravvivere fino a quando non trovi un lavoro». «Tutti i fratelli che arrivano devono superare alcuni test. Il primo test è potersi comprare il biglietto. Il secondo test è avere i soldi per poter sopravvivere almeno due o tre mesi. Qui tutte quasi tutte le nazioni parlano spagnolo e quindi è facile spostarsi da una nazione all’altra in caso di persecuzione. Se vai in Africa o in Asia, la lingua cambia completamente ogni volta. Chiedi al signore de devi partire».
Interessante è come il santone abbia dapprima sostenuto che il compagno della donna fosse omosessuale e che lei avrebbe dovuto scappare come Maria e Giuseppe nel deserto, poi finge di lasciarle una scelta nel dirle: «Chiedi al signore se devi partire».
Ma dato che forse quelle asserzioni non erano sufficientemente chiare per una «pecora-pecora» di quelle che invitano a reclutare, aggiunge: «Io, il messaggio che c’ho, è che tu devi uscire dalle zone del nuovo ordine mondiale. Trasloca fuori, trovati un lavoretto per metterti da parte quattro soldi per quello che il Signore ti mostra. E vai via da questo omosessuale qui che è un omosessuale mascherato. Ma non vedi che non ti ama, e tu sei una ragazza dolcissima e bellissima. E se questo qui non ti ama vuol dire che è un pervertito. Dio ti benedica. Taglia la corda, trovati un lavoretto e il Signore ti benedirà, vedrai».

Precise indicazioni sulla necessità di negare lo scopo religioso della propria visita in Sud America e la loro presa di distanze delle responsabilità sulle conseguenze è ben spiegata anche nella documentazione proposta dal sito della radio:

Non evangelizzate all’aeroporto e in nessun luogo in modo poco saggio—dei fratelli hanno avuto problemi con le autorità. Potreste avere problemi legali. Entrate come turisti. Comportatevi come normali turisti. Solo dopo qualche settimana potete evangelizzare più liberamente.
Attenzione: Radio Blast non è conosciuta in Sud America, perché non trasmettiamo in spagnolo, solo in italiano e inglese—rispettate quindi la ns privacy ed evangelizzate solo come credenti e a nome vostro.
In generale, è molto importante che esercitate molta saggezza su come evangelizzate. Perché quando qualcuno respinge la vostra evangelizzazione, questo potrebbe causare ogni tipo di problema. Compreso perdere il posto di lavoro, creare dei nemici tra i vicini di casa, e generare persecuzioni che vi ostacoleranno inutilmente. Problemi che potete facilmente evitare semplicemente non evangelizzando nei luoghi sbagliati. Cercate le pecorelle altrove. Andarci molto piano quando evangelizzate sul posto di lavoro, i vicini di casa, ecc.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...