…. A TE CHE SOFFRI….


…. A TE CHE SOFFRI, perchè la tua vita è stata capovolta dal dolore, dalla malattia, la perdita di una cara persona, o il ridursi senza un lavoro…. A TE CHE PIANGI, in segreto le tue sventure, la dove le tue speranze terrene si sono ritrovate in un disastro…. A TE CHE CERCHI, fra le rovine di un mondo peccaminoso e corrotto, che non concede più soluzioni. C’E’ ANCORA UNA PORTA APERTA!…. A TE CHE CREDI, di non poterti più rialzare, la dove il peccato ha squarciato la tua anima…. A TE CHE VIVI, senza una meta, in una inutile ricerca della vita, fra le tenebre di questo mondo…. A TE CHE VIVI, cercando il vero, su un mondo di inganni…. C’E’ ANCORA UNA LUCE DI SPERANZA CHE BRILLA….

CORAGGIO, anche se i tuoi sogni di avere o di essere, sono stati naufragati…. se la vita sembra spegnersi, al dolore alla tristezza, perchè tutto sembra passare senza più progetti futuri…. ALLLORA volgiamo lo sguardo a chi ci porge la mano dal cielo. Tutto ciò che questo mondo travolge, CRISTO lo ridona in una dimensione nuova, ricca e vera. Gli effetti della nuova vita che CRISTO ci dona, annulleranno quelli della vita terrena. “Non più io che vivo ma CRISTO vive in me” (Galati 2:20) Così diceva Paolo apostolo, che aveva fatto sua, questa esperienza, per poi comunicarla agli altri. La vita terrena non lo toccava più di tanto, perchè egli viveva appieno la vita di CRISTO.

CORAGGIO, non rinunciare, sarebbe un’errore irreparabile…. voglio raccontarti di qualcuno che fece una simile, negativa esperienza: <Diversi anni fa, facevo delle trasmissioni radiofoniche, in una emittente locale a Catania. Mentre trasmettevamo la Parola del Vangelo, ricevemmo una telefonata, per una donna, che era in fin di vita. Alla fine della trasmissione, andai a trovarla in ospedale, insieme a due sorelle; cercando di parlargli di DIO, e chiedendogli se volesse che pregassimo per lei. Rifiutò entrambe le cose. Dopo qualche giorno ricevemmo la notizia, da un parente, che quella donna era deceduta. Lo sgomento che ci raccontò, fu, che prima che si svolgessero i funerali, quella donna , aprì gli occhi, si sedette nel suo letto, gridò con gli occhi sbarrati dal terrore, e poi ricadde sul letto.> Anche quel suo parente capì, che aveva perso l’opportunità che DIO gli aveva offerto per l’eternità.

“Oggi se udite la SUA voce non indurite il vostro cuore” (Ebrei 3:8) Qualunque sia la tua condizione, in qualsiasi contesto di vita, tu, ti possa trovare. Ovunque tu stia camminando. Fermati un po’ a riflettere. Perché DIO, vuole darti: una nuova strada dove incamminarti; una nuova vita da vivere; una verità da accettare. Tutto questo lo troverai in GESU’! NON PERMETTERE che questa porta si chiuda, NON PERMETTERE che questa luce si spenga. —- Davide Dilettoso —-

.... A TE CHE SOFFRI, perchè la tua vita è stata capovolta dal dolore, dalla malattia, la perdita di una cara persona, o il ridursi senza un lavoro.... A TE CHE PIANGI, in segreto le tue sventure, la dove le tue speranze terrene si sono ritrovate in un disastro.... A TE CHE CERCHI, fra le rovine di un mondo peccaminoso e corrotto, che non concede più soluzioni. C’E’ ANCORA UNA PORTA APERTA!.... A TE CHE CREDI, di non poterti più rialzare, la dove il peccato ha squarciato la tua anima.... A TE CHE VIVI, senza una meta, in una inutile ricerca della vita, fra le tenebre di questo mondo.... A TE CHE VIVI, cercando il vero, su un mondo di inganni.... C'E' ANCORA UNA LUCE DI SPERANZA CHE BRILLA....

CORAGGIO, anche se i tuoi sogni di avere o di essere, sono stati naufragati.... se la vita sembra spegnersi, al dolore alla tristezza, perchè tutto sembra passare senza più progetti futuri.... ALLLORA volgiamo lo sguardo a chi ci porge la mano dal cielo. Tutto ciò che questo mondo travolge, CRISTO lo ridona in una dimensione nuova, ricca e vera. Gli effetti della nuova vita che CRISTO ci dona, annulleranno quelli della vita terrena. "Non più io che vivo ma CRISTO vive in me" (Galati 2:20) Così diceva Paolo apostolo, che aveva fatto sua, questa esperienza, per poi comunicarla agli altri. La vita terrena non lo toccava più di tanto, perchè egli viveva appieno la vita di CRISTO.

CORAGGIO, non rinunciare, sarebbe un'errore irreparabile.... voglio raccontarti di qualcuno che fece una simile, negativa esperienza: <Diversi anni fa, facevo delle trasmissioni radiofoniche, in una emittente locale a Catania. Mentre trasmettevamo la Parola del Vangelo, ricevemmo una telefonata, per una donna, che era in fin di vita. Alla fine della trasmissione, andai a trovarla in ospedale, insieme a due sorelle; cercando di parlargli di DIO, e chiedendogli se volesse che pregassimo per lei. Rifiutò entrambe le cose. Dopo qualche giorno ricevemmo la notizia, da un parente, che quella donna era deceduta. Lo sgomento che ci raccontò, fu, che prima che si svolgessero i funerali, quella donna , aprì gli occhi, si sedette nel suo letto, gridò con gli occhi sbarrati dal terrore, e poi ricadde sul letto.> Anche quel suo parente capì, che aveva perso l'opportunità che DIO gli aveva offerto per l'eternità.

 "Oggi se udite la SUA voce non indurite il vostro cuore" (Ebrei 3:8) Qualunque sia la tua condizione, in qualsiasi contesto di vita, tu, ti possa trovare. Ovunque tu stia camminando. Fermati un po’ a riflettere. Perché DIO, vuole darti: una nuova strada dove incamminarti; una nuova vita da vivere; una verità da accettare. Tutto questo lo troverai in GESU'! NON PERMETTERE che questa porta si chiuda, NON PERMETTERE che questa luce si spenga. ---- Davide Dilettoso ----
Annunci

PERIODI DIFFICILI


Immagine

Stai attraversando un momento difficile ? Non sei il solo! Le cose stavano andando così male in Israele che Geremia scrivendo un libro della Bibbia fu costretto a chiamarlo “Lamentazioni”. In un mondo dominato dalla “filosofia positiva” e dalla ricerca del proprio benessere ad ogni costo questo non potrebbe essere certo il titolo di un best-seller! Geremia definisce il popolo di Dio equiparandolo a una “vedova” e una “schiava” , per di più afferma:” tutti i suoi amici l’hanno tradita, le sono diventati nemici”.( Lamentazioni 1:2). Più t’inoltri nella lettura di questo libro e più le cose peggiorano per questo popolo che purtroppo sta raccogliendo ciò che ha seminato. All’improvviso però Geremia scrive:” è una grazia del Signore che non siamo stati completamente distrutti: le sue compassioni infatti non si sono esaurite si rinnovano ogni mattina. Grande è la tua fedeltà! ( Lamentazioni 3:22-23). Non è meraviglioso? L’amore di Dio, la Sua compassione e fedeltà sono state depositate in un acconto inesauribile cui non devi contribuire e che durerà fino alla fine dei giorni. In un mondo spietato e incurante dove sopravvive solo il più forte questa è una verità la cui conoscenza è indispensabile. Quando qualcuno ti chiederà:” Ci sono novità?”, rispondi pure: “SI!” L’amore, la compassione fedeltà di Dio! Il dizionario definisce la “compassione” come la sensibilità del cuore che predispone una persona a sorvolare sulle offese o a trattare il colpevole in modo migliore di quanto meriti. Nello svegliarti al mattino rivolgiti fiducioso al Signore, perché pur avendo senz’altro esaurite quelle di ieri puoi contare sulle Sue compassioni che si rinnovano ogni mattina