…. A TE CHE SOFFRI….


…. A TE CHE SOFFRI, perchè la tua vita è stata capovolta dal dolore, dalla malattia, la perdita di una cara persona, o il ridursi senza un lavoro…. A TE CHE PIANGI, in segreto le tue sventure, la dove le tue speranze terrene si sono ritrovate in un disastro…. A TE CHE CERCHI, fra le rovine di un mondo peccaminoso e corrotto, che non concede più soluzioni. C’E’ ANCORA UNA PORTA APERTA!…. A TE CHE CREDI, di non poterti più rialzare, la dove il peccato ha squarciato la tua anima…. A TE CHE VIVI, senza una meta, in una inutile ricerca della vita, fra le tenebre di questo mondo…. A TE CHE VIVI, cercando il vero, su un mondo di inganni…. C’E’ ANCORA UNA LUCE DI SPERANZA CHE BRILLA….

CORAGGIO, anche se i tuoi sogni di avere o di essere, sono stati naufragati…. se la vita sembra spegnersi, al dolore alla tristezza, perchè tutto sembra passare senza più progetti futuri…. ALLLORA volgiamo lo sguardo a chi ci porge la mano dal cielo. Tutto ciò che questo mondo travolge, CRISTO lo ridona in una dimensione nuova, ricca e vera. Gli effetti della nuova vita che CRISTO ci dona, annulleranno quelli della vita terrena. “Non più io che vivo ma CRISTO vive in me” (Galati 2:20) Così diceva Paolo apostolo, che aveva fatto sua, questa esperienza, per poi comunicarla agli altri. La vita terrena non lo toccava più di tanto, perchè egli viveva appieno la vita di CRISTO.

CORAGGIO, non rinunciare, sarebbe un’errore irreparabile…. voglio raccontarti di qualcuno che fece una simile, negativa esperienza: <Diversi anni fa, facevo delle trasmissioni radiofoniche, in una emittente locale a Catania. Mentre trasmettevamo la Parola del Vangelo, ricevemmo una telefonata, per una donna, che era in fin di vita. Alla fine della trasmissione, andai a trovarla in ospedale, insieme a due sorelle; cercando di parlargli di DIO, e chiedendogli se volesse che pregassimo per lei. Rifiutò entrambe le cose. Dopo qualche giorno ricevemmo la notizia, da un parente, che quella donna era deceduta. Lo sgomento che ci raccontò, fu, che prima che si svolgessero i funerali, quella donna , aprì gli occhi, si sedette nel suo letto, gridò con gli occhi sbarrati dal terrore, e poi ricadde sul letto.> Anche quel suo parente capì, che aveva perso l’opportunità che DIO gli aveva offerto per l’eternità.

“Oggi se udite la SUA voce non indurite il vostro cuore” (Ebrei 3:8) Qualunque sia la tua condizione, in qualsiasi contesto di vita, tu, ti possa trovare. Ovunque tu stia camminando. Fermati un po’ a riflettere. Perché DIO, vuole darti: una nuova strada dove incamminarti; una nuova vita da vivere; una verità da accettare. Tutto questo lo troverai in GESU’! NON PERMETTERE che questa porta si chiuda, NON PERMETTERE che questa luce si spenga. —- Davide Dilettoso —-

.... A TE CHE SOFFRI, perchè la tua vita è stata capovolta dal dolore, dalla malattia, la perdita di una cara persona, o il ridursi senza un lavoro.... A TE CHE PIANGI, in segreto le tue sventure, la dove le tue speranze terrene si sono ritrovate in un disastro.... A TE CHE CERCHI, fra le rovine di un mondo peccaminoso e corrotto, che non concede più soluzioni. C’E’ ANCORA UNA PORTA APERTA!.... A TE CHE CREDI, di non poterti più rialzare, la dove il peccato ha squarciato la tua anima.... A TE CHE VIVI, senza una meta, in una inutile ricerca della vita, fra le tenebre di questo mondo.... A TE CHE VIVI, cercando il vero, su un mondo di inganni.... C'E' ANCORA UNA LUCE DI SPERANZA CHE BRILLA....

CORAGGIO, anche se i tuoi sogni di avere o di essere, sono stati naufragati.... se la vita sembra spegnersi, al dolore alla tristezza, perchè tutto sembra passare senza più progetti futuri.... ALLLORA volgiamo lo sguardo a chi ci porge la mano dal cielo. Tutto ciò che questo mondo travolge, CRISTO lo ridona in una dimensione nuova, ricca e vera. Gli effetti della nuova vita che CRISTO ci dona, annulleranno quelli della vita terrena. "Non più io che vivo ma CRISTO vive in me" (Galati 2:20) Così diceva Paolo apostolo, che aveva fatto sua, questa esperienza, per poi comunicarla agli altri. La vita terrena non lo toccava più di tanto, perchè egli viveva appieno la vita di CRISTO.

CORAGGIO, non rinunciare, sarebbe un'errore irreparabile.... voglio raccontarti di qualcuno che fece una simile, negativa esperienza: <Diversi anni fa, facevo delle trasmissioni radiofoniche, in una emittente locale a Catania. Mentre trasmettevamo la Parola del Vangelo, ricevemmo una telefonata, per una donna, che era in fin di vita. Alla fine della trasmissione, andai a trovarla in ospedale, insieme a due sorelle; cercando di parlargli di DIO, e chiedendogli se volesse che pregassimo per lei. Rifiutò entrambe le cose. Dopo qualche giorno ricevemmo la notizia, da un parente, che quella donna era deceduta. Lo sgomento che ci raccontò, fu, che prima che si svolgessero i funerali, quella donna , aprì gli occhi, si sedette nel suo letto, gridò con gli occhi sbarrati dal terrore, e poi ricadde sul letto.> Anche quel suo parente capì, che aveva perso l'opportunità che DIO gli aveva offerto per l'eternità.

 "Oggi se udite la SUA voce non indurite il vostro cuore" (Ebrei 3:8) Qualunque sia la tua condizione, in qualsiasi contesto di vita, tu, ti possa trovare. Ovunque tu stia camminando. Fermati un po’ a riflettere. Perché DIO, vuole darti: una nuova strada dove incamminarti; una nuova vita da vivere; una verità da accettare. Tutto questo lo troverai in GESU'! NON PERMETTERE che questa porta si chiuda, NON PERMETTERE che questa luce si spenga. ---- Davide Dilettoso ----
Annunci

LUI NON TI LASCIA NELLA SOFFERENZA


Io so i pensieri che medito per voi.( Ger.29:11)

LUI NON TI LASCIA NELLA SOFFERENZA.

Non e’ possibile che Gesu’ lasci il tuo “perche’?” senza una risposta.
Perche’ proprio a me Signore?
Non capisco perche’ sto attraversando tutto questo?
se ti e’ capitato di attraversare la “valle dell’ombra della morte”, ti sarai chiesto in quel momento,perche’ tutto questo capita a me?
Ma con il trascorrere del tempo, vedendo l’opera di Dio che ti modellava,hai compreso come quell’esperienza ti abbia cambiato positivamente e hai glorificato Dio. Come mai Dio permette che un suo figlio, passi momenti cosi difficili?
cos’e’ dunque la sofferenza?
E’ il megafono usato da Dio, per parlare a un mondo che e’ diventato sordo.
Egli, per amore parla ai suoi figli in modo avvolte incomprensibile, ma efficace e salutare.
Gesu’ ti ama e non ti lasciera’ nella sofferenza, ma nella “prova” ti dara’ prova del Suo amore.

T.D.®

DIO ARRABBIATO?


“Dio invece mostra la grandezza del proprio amore per noi in questo: che, mentre eravamo ancora peccatori, Cristo è morto per noi” (Romani 5:8)

“Se Dio esistesse veramente, dovrebbe essere arrabbiato a causa dei tanti mali del mondo …”.
E’ un’affermazione ricorrente sulle labbra di alcuni.
Effettivamente, il Signore avrebbe tutte le ragioni per essere in collera a causa delle innumerevoli ingiustizie che affliggono l’umanità.
Quanta disonestà, violenza, presunzione, quanta sete di potere, quanti uomini opprimono i propri simili.
Dio esiste veramente e non è affatto insensibile al peccato presente nel mondo, anche quello che apparentemente non provoca danni sociali e sofferenze ad altri, ma che lacera il cuore e la mente dell’individuo.
Il Signore, pur odiando il male, però non è animato da rabbia vendicativa verso i peccatori.
La Bibbia, anzi, dichiara che Egli ha tanto amato il mondo da dare ciò che aveva di più prezioso per la salvezza dell’umanità: “Il Suo Unigenito Figlio”.
Ma Dio è davvero disposto ad amarmi nonostante abbia combinato un sacco di guai e provocato tanto dolore?
Dio mi ama anche se sono un alcolizzato, un drogato, un violento?
Si! Quando Dio ti vede, non si gira dall’altra parte.
Egli detesta il peccato che commetti, ma ti ama molto di più di quanto tu possa immaginare e vuole darti una nuova vita.
Fai di Cristo il Tuo Salvatore e realizzerai il Suo infinito amore!
Adi-Media